#PRO20 Select


Select è un delizioso preparato solubile in acqua ad elevato apporto proteico e basso contenuto di zuccheri, che fornisce i nutrienti chiave di cui il nostro organismo ha bisogno. Ogni porzione contiene 20 g di proteine e 6 g di fibre e apporta un terzo del livello raccomandato di assunzione giornaliera di 24 vitamine e minerali.

PROPRIETÀ PRINCIPALI

  • 20 g di proteine per porzione, che contribuiscono alla crescita della massa muscolare
  • Circa 146 kcal per porzione.
  • Elevato apporto di fibre (6 g per porzione)
  • Un terzo dei consumi di riferimento giornalieri di 24 vitamine e minerali per porzione.
  • Indicato per vegetariani, senza glutine e lattosio, senza dolcificanti o aromi artificiali.
  • PRO 20 Select è perfetto come snack post-allenamento perché aiuta a reintegrare i livelli dei nutrienti. COME PUÒ AIUTARTI?
  • Più di un semplice frullato proteico: una soluzione pratica e conveniente che ti aiuta a soddisfare il tuo fabbisogno di proteine, fibre, vitamine e minerali. Se desideri seguire un’alimentazione nutriente ed equilibrata o hai bisogno di un sano spuntino per il post-allenamento, PRO 20 Select è la soluzione che cercavi.
  • Nutrizione personalizzata: Preparalo come vuoi. Usalo in qualsiasi momento della giornata. PRO 20 Select è un modo ideale per assumere proteine nel corso della giornata. Perfetto per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi nutrizionali personali.
  • Semplice e delizioso: basso contenuto di zuccheri e con aromi naturali, senza dolcificanti o coloranti artificiali, senza glutine e lattosio. Fornisce vitamine e minerali chiave e si prepara facilmente con acqua: ideale come spuntino nutriente da consumare al volo.

MODALITÀ D’USO

Gusta PRO 20 Select in ogni momento della giornata. Agitare il contenuto del barattolo prima di ogni utilizzo. Sciogliere 3 cucchiai dosatori (42 g) di prodotto in 250 ml d’acqua.

#HerbalifeSHAKE è la scelta giusta in ogni momento della giornata. Qual’è il momento giusto per te?

Frullato al biscotto – Herbalife

#HerbalifeSHAKE è la scelta giusta in ogni momento della giornata.Qual'è il momento giusto per te?

Publié par Herbalife sur mercredi 13 décembre 2017

Parliamo dei #Nuggets, ne vanno matti soprattutto i bambini, ma non solo!

Nuggets – Herbalife

Parliamo dei #Nuggets, ne vanno matti soprattutto i bambini, ma non solo! Quali sono i loro valori nutrizionali e quale scegliere tra: 1⃣Crocchette di pollo 2⃣Crocchette vegetariane Scrivi nei commenti quali preferisci e non perderti i consigli nutrizionali di Susan Bowermann nel video.

Publié par Herbalife sur jeudi 21 décembre 2017

Frullato Kiwi E Cetriolo

Frullato kiwi e cetriolo – Herbalife

Le proprietà antiossidante e drenante del #kiwi e quella rinfrescante e depurativa del #cetriolo in un frullato ancora più gustoso.Provalo a pranzo!

Publié par Herbalife sur mercredi 4 octobre 2017

Il formaggio come digestivo!

Perfino un proverbio sostiene che il pasto vada chiuso con il formaggio! Ma si sa, la saggezza dei popoli non è sempre tale…

Saporito e appetitoso, il formaggio è un alimento diffuso su molte tavoleSpesso anche troppo e perfino a fine pasto, quando si rivela una vera e propria bomba calorica. “È improbabile che un cibo grasso e proteico possa facilitare la digestione; piuttosto, sovraccarica fegato, cistifellea e pancreas”, avverte il dottor Florio Cocchi di Genova, specialista in alimentazione. “Mescolare proteine diverse rallenta il processo digestivo.

Se poi il formaggio conclude la cena è ancora peggio perché è un cibo acidificante”, rincara l’esperto. “Ricordiamo poi che è un concentrato di grassi saturi e sale; per di più non è una fonte di calcio perché per essere digerito costringe l’organismo a sottrarre questo minerale alle ossa”. Non andiamo meglio neanche con i freschi, considerati magri “Non esistono formaggi magri, nemmeno se light. La mozzarella, per esempio, ritenuta erroneamente leggera, è ricca di calorie e grassi, tutt’altro che ben digeribile.

Se non altro il formaggio stagionato ha l’effetto di rottura delle proteine, che ne migliora la digeribilità”. Perciò, conclude Cocchi, se proprio vogliamo mangiare questo latticino scegliamolo di altura (particolarmente ricco di omega 3) e consumiamolo a pranzo, ogni tanto, come unica fonte proteica. Poco, ma buono.

Mangia quanta frutta vuoi: o no?

Sul fatto che sia un buon alimento non ci sono dubbi, tanto che gli studiosi ci dicono di mangiarla tutti i giorni. E poi è buona, dolce e zuccherina: piace praticamente a tutti – cosa che purtroppo non vale per gli ortaggi! Insomma, la si mangia volentieri, nella convinzione che anche a consumarne tanta male non faccia. Oppure sì?

“Dal punto di vista nutrizionale la frutta è eccellente e ricca di fattori protettivi”, esordisce Paolo Pigozzi, medico e nutrizionista, collaboratore di V&S. Capace di attivare il metabolismo, rifornisce l’organismo di minerali, vitamine, fibre e antiossidanti; fatta eccezione per i tipi più zuccherini o amidacei, come fichi o banane, non è troppo calorica ed è tutta ben digeribile se mangiata a digiuno (colazione, spuntino, prima dei pasti).

Ma da qui a usarla a ruota libera, come suggeriscono i fruttariani, ce ne corre! “Nella mia pratica clinica constato che la dieta ricca di frutta può provocare gonfiori, fermentazioni, feci eccessivamente sfatte: chiaro indice che le abitudini alimentari non sono corrette”, avverte il medico.

“Perciò sono cauto sotto questo punto di vista, e adatto il consumo della frutta alla stagione e alle caratteristiche della persona che ho davanti. In inverno, quando la natura ce ne fornisce poca, bisogna mangiarne poca”. La disponibilità c’è, ma grazie al frigo (e agli aerei che ci portano prugne o meloni!). “A una persona molto freddolosa suggerisco piuttosto di mangiare avena e pappe di cereali. In estate, invece, si può mangiare un po’ più frutta, perché tra l’altro favorisce il bilancio idrico”.

Non per niente in questa stagione abbiamo frutti molto succosi, come angurie o pesche, e in inverno più ricchi di polpa, come mele e pere.

Certo, la frutta non è tutta uguale: infatti le terapie che propongono per vari fini il consumo di sola frutta per alcune giornate puntano principalmente sull’uva o sulle mele. “Si tratta di semidigiuni in cui non si assumono proteine e grassi, perciò queste pratiche limitate nel tempo possono servire, soprattutto alle persone corpulente”. Le mele, sottolinea poi il medico, non provocano gonfiori né feci sfatte.

Sulla questione diabete e zuccheri, Pigozzi avverte: “Non si diventa diabetici con la frutta (ma con i succhi sì!); tuttavia se già si è malati o si ha la glicemia alta bisogna fare attenzione agli eccessi”. Che sono negativi per tutti, visto che andando oltre 2-3 frutti medi al dì si possono anche rischiare problemi articolari, perché troppo fruttosio forma acido urico, che si accumula nelle giunture.

Contatti

Siamo a disposizione per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi!

Telefono: 342-7494602
Mobile: 329-3998653
Email: info@herbavida.it

Listino prezzi prodotti

Herbalife Italia

Studi Clinici

Comitato Consultivo Herbalife

 

Prodotti più apprezzati